PAGES

Mandala

&

Yantra

Lo sapevate che colorare, per quanto sia un'attività molto semplice, è di grande aiuto per il vostro cervello?

Ebbene sì, nel momento in cui comincerete a riempire gli spazi bianchi del vostro foglio di carta con il colore inizierete a stimolare le aree cerebrali dedite all’attenzione, alla creatività e alla memoria e per giunta attiverete anche il sistema parasimpatico che vi aiuterà a raggiungere uno stato di profondo rilassamento. Un toccasana, per distaccarci dai numerosi pensieri che corrono rapidamente nella nostra testa.

Ma colorare non è un'attività destinata ai bambini?

Non esiste un'età per praticare, le sensazioni prodotte sono indipendenti dalla vostra età anagrafica, anzi vi suggerisco di colorare insieme ai vostri figli/nipoti ecc…

Ma non ho nulla da colorare...

E in questo vi posso aiutare io con il supporto degli strumenti che la tradizioni orientale ci offre e molto diffusi nel mondo yogico.

Avete mai sentito parlare di Mandala e Yantra?

Mandala

Il termine mandala significa cerchio e secondo la tradizione orientale rappresenta l’universo. Il cerchio infatti simboleggia il cosmo nella sua totalità mentre il quadrato la terra e tutto ciò che si riferisce all’uomo.

In effetti quando disegniamo e/o coloriamo un mandala, stiamo rappresentando il nostro mondo interiore, il nostro stato d’animo.

Vi consiglio di iniziare a colorare dall’interno verso l’esterno, in questo modo, abbiamo la possibilità di conoscere sé stessi per poi creare una maggiore apertura verso gli altri.

Yantra

Yantra è una particolare forma mandalica utilizzata nel Tantrismo. Si trovano nei templi indù e sono utilizzati per rappresentare ed evocare il divino. Sono utilizzati inoltre per collocare le giuste energie all’interno della casa.

In India ad esempio, le donne disegnano yantra davanti alla porta di casa per allontanare le energie negative.  

Le forme sue geometriche sono:

  • il punto centrale, che rappresenta l’origine dell’universo, dello spazio e del tempo. Rappresenta anche l’unità dei poli femminile e maschile; 

  • il cerchio, che simboleggia l’infinito, l’eternità, il susseguirsi di nascita, vita, morte o trasformazione.

  • Il triangolo, con i suoi tre lati definisce lo spazio. Nel cristianesimo per esempio, è simbolo della trinità, mentre nella cultura orientale il triangolo radice con il vertice verso l’alto rappresenta la coscienza, l’energia, il principio maschile, ed il triangolo rovesciato invece rappresenta la materia, l’energia femminile. Il triangolo rappresenta anche la mente, il corpo e lo spirito in ricerca di una unione (YOGA= UNIONE) equilibrata tra le sue "parti" per poi ricongiungersi in un nuovo ESSERE (o Super Io) che ci guiderà nel percorso evolutivo.

  • Il quadrato, su cui poggia lo yantra, simboleggia il mondo fisico, terreno, che deve essere trasceso.

  •  Il fior di loto è l’unico elemento non geometrico e simboleggia la mente pura di chi medita cercando l’illuminazione.

Mandala e  Yantra, sono forze cariche di energia che ci permettono di espandere la coscienza e ci aiutano a ritrovare la nostra vera identità.
Essi sono utilizzati nella tradizione orientale come veicoli per la concentrazione, la pacificazione della mente e la purificazione dell’anima, ma secondo studi scientifici possono anche avere una funzione terapeutica in quanto liberano la mente dalle sue ossessioni.

Carl Gustav Jung ad esempio, considerava i Mandala eccellenti simboli per rappresentare i processi psichici e per studiare gli elementi dell'inconscio. Oggi sono utilizzati anche in Occidente sia come strumenti spirituale, sia come strumenti di catalizzazione ed attivazione di specifiche funzioni mentali mediante la mera contemplazione e/o la realizzazione a mano.

 

Anche i bambini ne hanno bisogno!! I mantra e yantra possono essere uno strumento rappresentativo delle loro aspirazioni e desideri. Il disegno, la scelta dei colori, le forme scelte e i tratti adoperati sono rappresentativi della loro personalità in progresso. Il mandala è un ottimo strumento per dissolvere le cariche emotive negative dei bambini e per amplificare la loro espressività e creatività. Si è osservato inoltre, che il quoziente intellettivo, l’intuizione e la consapevolezza dei bambini esposti a yantra e mandala, pur senza alcuna attenzione cosciente, aumentano notevolmente.

 

In sintesi, possiamo dire quindi che il mandala rappresenti un cosmogramma, ossia, una rappresentazione dell’universo, e lo yantra un “teogramma”, una rappresentazione del divino. Ma la vera funzione di entrambi è evocare l’aspetto energetico del cosmo o della divinità, e aprire altri stati di coscienza, extra-ordinari, per imparare a leggere nel tessuto umano (il microcosmo) le trame dell’universo (il macrocosmo).

Qualcuno potrà dire che si tratta di un mero simbolo ed è vero, ma l’uomo necessita di simboli per vivere, la nostra mente è fatta per la maggior parte di simboli, quindi accantoniamo di pregiudizio e lasciamo libero il nostro “Bambino interiore” e lasciamoci trasportare!